Sabato 24 febbraio 2024 marcherà il secondo anniversario dall'inizio del conflitto in Ucraina. Oggi più che mai è necessario dedicare spazio e tempo al lavoro svolto e da svolgere, che ci riguarda tutti.

Per questo, sabato 24 febbraio dalle 14:30 alle 19:00, trasformeremo la Scuola Mohole in un percorso immersivo nei territori e nelle vicende attraversate da Ludovico nei suoi due viaggi di volontariato in Ucraina, nei quali ha anche svolto un preziosissimo lavoro di raccolta immagini che ha dato vita alla video installazione "Tracce di confine", composta da dieci schermi e accompagnata dalla musica di Demona.

Alle 17:00 presenteremo il progetto, raccontando il processo che abbiamo sviluppato insieme esponendo anche il lavoro ancora in corso.
Alle 17:45 ci sarà invece una chiacchierata con Ludovico, moderata da Alessandro Mauri, sul suo viaggio di volontariato e sul progetto Giuditta Rescue Car, che ancora oggi necessita risorse e supporto.
Channel photo updated
Channel name was changed to «GiudittaRescue»
“Il posto dove stare” racconti di viaggio di un volontario in Ucraina

Da sabato 24 febbraio sarà disponibile il libro racconto dei viaggi in Ucraina attraverso le testimonianze delle persone incontrate lungo il mio/nostro percorso.
È un libro di parte, quella dove ho deciso di andare e quella che mi ha fatto capire che era il posto giusto dove stare.
Un ringraziamento a cineSmania edizioni per la pubblicazione

Ci vediamo martedì 27 alle ore 21 per la prima presentazione ufficiale presso LaSpilleria di Cassina de’Pecchi, dove tutto è iniziato.

Link book trailer: https://vimeo.com/cinesmania/il-posto-dove-stare-booktrailer
CALL TO ACTION E RACCOLTA MEDICINALI!

Come Giuditta Rescue Team stiamo cercando volontarie e volontari che vogliono darci una mano a portare avanti il nostro progetto sia dall’Italia che sul campo. Abbiamo iniziato la raccolta di medicinali e materiale sanitario, chi volesse darci una mano ci contatti attraverso uno dei canali che trova nell’ultima slide.

Nei prossimi giorni pubblicheremo le altre attività e progetti che stiamo costruendo

Rimanete connessi
Questo giovedì ci vediamo a PianoTerra a Milano in Via Confalonieri 3 alle 19.30 per parlare di mutualismo e solidarietà internazionale, dall’Ucraina alla Palestina, per ritrovare una prospettiva di sinistra in un mondo in guerra.

All’evento troverete il libro “il posto dove stare” per sostenere il progetto GiudittaRescue e potete portare le donazioni di materiali che stiamo raccogliendo (materiale medico sanitario, medicine, attrezzi, ecc.)

Vi aspettiamo!
Giuditta Rescue Team cerca volontarie e volontari!
Che tu voglia dare una mano da casa oppure partire e lavorare sul campo, sul nostro sito puoi compilare il form per unirti al team!
A questo link trovi tutte le indicazioni e informazioni per fare la tua parte:

https://linktr.ee/giuditta.rescue?utm_source=linktree_profile_share&ltsid=12dfe5bf-ba80-40df-881b-f5b7d0c2994c
FORMAZIONI E MISSIONI UMANITARIE
Come Giuditta Rescue Team oltre alla raccolta materiali stiamo organizzando formazioni per imparare a muoversi in aree critiche e contesti di emergenza e missioni umanitarie per tornare a lavorare sul campo insieme alle squadre di volontari e volontarie ucraine con cui siamo in costante contatto. Unisciti anche tu al team attraverso il form che trovi in questo link: https://linktr.ee/giuditta.rescue?utm_source=linktree_profile_share&ltsid=3eec3a30-cd6a-4da0-9af0-f52bb2b529c4
Giovedì 4 aprile il progetto Giuditta Rescue Team arriverà a Roma!
Attraverso il libro “il posto dove stare” racconti di viaggio di un volontario in Ucraina, parleremo di Ucraina e solidarietà internazionale
Ci vediamo al centro sociale LaStrada, quartiere Garbatella, Roma. Vi aspettiamo!
GIOVEDì 4 APRILE - ORE 18
CSOA LA STRADA, ROMA

IL POSTO IN CUI TORNARE
Incontro con Ludovico Gualano, autore de " Il posto dove stare- Racconti di viaggio di un volontario in Ucraina" e Ludovico Tallarita, giornalista per il Centro di Giornalismo permanente.
Il ricavato delle copie vendute e dell'iniziativa sarà devoluto all'organizzazione della prossima missione in Ucraina del progetto "Giuditta Rescue team"

Sono trascorsi ormai due anni e un numero complessivo vicino alle 100.000 morti dall' inizio dell' invasione su larga scala dell'Ucraina da parte della Russia di Putin.
L'enorme copertura mediatica riservata dai nostri Media a questo conflitto, nel frattempo, è vertiginosamente diminuita mentre nessuna delle strategie politiche e diplomatiche messe in campo dal resto del mondo sembrano aver sortito alcun effetto di argine nei confronti dell'invasione.
Ma cosa ne è stato, nel frattempo, di quella resistenza ucraina che i nostri media hanno così in fretta mitizzato e con altrettanta fretta sembrano star, progressivamente, dimenticando?
I racconti di viaggio contenuti ne"Il posto dove stare" ci conducono da Kyiv al Sud dell'Ucraina passando per Kherson e Zaporizzja, attraverso le case, le strade e soprattutto le voci di chi, a pochi passi da noi, resiste a una guerra che, come sempre, non ha scelto.
E' rivolto a loro il nostro obbligo a continuare ad interrogarci su come costruire, a partire da questo conflitto, il ruolo e il volto futuro di un'Europa antimperialista e nemica di ogni guerra, a partire dall'analisi delle recenti "elezioni" russe e delle prossime elezioni statunitensi.
Soprattutto, è rivolto a loro il nostro obbligo a contribuire attivamente alle missioni di solidarietà nei territori colpiti, per continuare a portare sostegno materiale alla popolazione e tornare indietro con bagagli carichi delle storie e delle biografie direttamente dal Fronte.
Queste, con la loro forza, sono le uniche in grado di spostare il nostro sguardo dalla, legittima, ricerca dei responsabili internazionali verso i primi a cui si dovrebbe guardare nel corso di qualunque guerra: chi la guerra la subisce, chi alla guerra resiste.
Non mancare!